Costruzioni web

logo fiaccola                     Facebook  Twitter  Google  Pinterest                              cookie policy

A+ A A-

Il presidente CECE incontra il vicepresidente della Commissione Katainen

L'industria manifatturiera europea ha un'enorme capacità di ricerca e innovazione, vanta una forza lavoro qualificata riconosciuta a livello mondiale sia per qualità sia per sostenibilità. Oggi ha soltanto bisogno del supporto delle istituzioni europee e degli Stati membri per sviluppare il suo potenziale. È per questo motivo che il CECE, assieme ad altre 128 associazioni di categoria, chiede una strategia industriale e un piano d'azione europeo per salvaguardare la propria competitività, creare posti di lavoro e instaurare una nuova crescita economica sostenibile. È quanto emerge dall’incontro tra il vicepresidente della Commissione europea per il lavoro Jyrki Katainen e il presidente CECE Bernd Holz a Bruxelles. Entrambi, hanno concordato quanto sia importante attuare una politica industriale coerente per il futuro della produzione di macchine e attrezzature per le costruzioni in Europa. In particolare, Bernd Holz ha sottolineato quanto sia importante sorvegliare il mercato e il commercio internazionale e quanto la conformità normativa delle macchine sia un elemento strategico che influenza il mercato.

La richiesta principale del Comitato per le Costruzioni Europee è quella di dare all'industria manifatturiera europea i mezzi politici e normativi per aumentare la quota di PIL di quest'industria in Europa fino al 20% entro il 2020. I principali ambiti di azione riguarderanno la riduzione degli oneri amministrativi di conformità alla legislazione dell'UE, l’accesso ai finanziamenti, la digitalizzazione e i nuovi modelli di business.

Ultima modifica il
Torna in alto

Login or Register

LOG IN

Register

Registrazione utente